Tu sei qui

Progetto 2018

Gruppo Eurovo ha deciso di sostenere l’impegno di medici e di ricercatori italiani che ogni giorno dedicano il loro tempo alla ricerca di nuove cure e terapie innovative per sconfiggere gravi malattie oncologiche e aiutare coloro che ne soffrono.
La ricerca ha cambiato la vita a milioni di persone e per questo deve essere sostenuta.
Quest’anno abbiamo deciso di sostenere ambiziosi progetti promossi da realtà presenti sul nostro territorio nazionale:

Istituto Oncologico Romagnolo: progetto di Ricerca Immunoterapia Cellulare Avanzata del Dott. Guidoboni dell’IRST IRCCS di Meldola.
L’immunoterapia è uno dei percorsi di ricerca oncologica più promettenti. Nel suo senso più ampio, sotto la definizione di immunoterapia ricadono una serie di modalità terapeutiche che vanno a colpire meccanismi diversi a seconda dei farmaci utilizzati: ciò che hanno in comune è la caratteristica di voler utilizzare il sistema immunitario per sconfiggere e uccidere le cellule tumorali.
Presso i Laboratori IRST IRCCS di Meldola una nuova sfida è in mano ai ricercatori. L’obiettivo è quello di migliorare l’efficacia dei vaccini cellulari, già in uso presso IRST in diversi tumori solidi, combinandoli con altri farmaci.

• IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna: progetto per lo studio tecnico di protesi articolari su misura per giovani pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta. Prof. Davide M. Donati.
Da alcuni anni in ortopedia si va diffondendo la possibilità di costruire strutture ossee ed osteocartilaginee su misura attraverso l’uso di stampanti 3D che utilizzano metalli (titanio) e polimeri (PCL). Sulla base di dati TAC e/o RMN si esegue il progetto e quindi la realizzazione sia della protesi che dello strumentario adatto per la sua applicazione chirurgica. 
Il contributo proposto sarà quindi impiegato per realizzare uno studio tecnico per valutare la compatibilità biologica dei materiali e la loro integrazione nel tempo sui pazienti. Verranno effettuate simulazioni in laboratorio (analisi ad elementi finiti) su pazienti reali acquisiti con TAC e RMN creando un difetto standard e valutandone l’efficacia.

Associazione Italiana contro le Leucemie (AIL) – Sezione di Ferrara: studio osservazionale retrospettivo e prospettico sul Linfoma di Hodgkin in età pediatrica (<18 anni), varietà Prevalenza linfocitaria da condurre presso i centri AIEOP (Associazione Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica) distribuiti su tutto il territorio nazionale (oltre 40 centri). Dott.ssa Roberta Burnelli.
Arteterapia: con l’AIL di Ferrara sosterremo per 1 anno il progetto pediatrico di arteterapia, che consiste in un trattamento terapeutico prezioso per i bambini che combattono contro il cancro. Grazie alla produzione creativa il bambino oncologico inizia un percorso di auto-conoscenza, venendo a contatto diretto con le proprie emozioni che acquistano una forma fisica tangibile o visibile, e avrà così la possibilità di dar voce alla propria creatività e ad emozioni e sensazioni che spesso non ha mai avuto modo di esprimere.